Per volare fuori dall’Italia, il possessore di licenza aeronautica PPL necessita obbligatoriamente di un’ulteriore “abilitazione”: la Radiofonia Inglese associata all’English Profiency (minimo Operational Level 4 fino al level 6 per i nativi).

Le comunicazioni apprese in lingua Italiana durante l’addestramento, vengono tradotte in Inglese, permettendoci in questo modo di rapportarci ed interfacciarci con le autorità aeronautiche e con gli altri piloti in qualsiasi paese dove voleremo.

Come si ottengono queste due “certificazioni” ?

Durante l’addestramento PPL, possiamo decidere se svolgere o meno il training utilizzando l’inglese per le comunicazioni radio.

In tal caso, frequenteremo prima delle lezioni teoriche, dopo inizieremo a usare l’inglese in frequenza.

Infine, quando bisognerà sostenere l’esame teorico del PPL, avremo anche delle domande inerenti alla radiofonia inglese, e dopo di questo, dovremo sostenere l’esame pratico finale in Inglese per ottenere la licenza PPL ( se già in possesso di licenza l’esame pratico verrà svolto durante l’esame teorico, tramite colloquio face to face seduto ad un tavolo con l’esaminatore, e simulando un dialogo tra ATC e pilota).

In caso voi possediate già il PPL, dovrete  sostenere anche il TEA ( Test of English Aviation) il quale permetterà di stabilire o meno la vs. conoscenza generica ma associata al mondo aeronautico della lingua Inglese : il costo dell’esame per la English profiency è è sui 150/170 Euro ( potete appoggiarvi a un Aeroclub quindi fare l’esame TEA con esaminatore fisico, oppure associarvi all’AOPA e sostenerlo online tramite il sito  ilpt.net presso una delle sedi AOPA; entrambi i providers sono riconosciuti da ENAC ), il costo della sessione di esame Enac è sui 94 Euro +16 di marca da bollo, pagabili online.

Bisogna avere al meno livello 4 per superare l’esame di English Profiency.

Su internet troverete molto  materiale interessante per prepararvi adeguatamente (clicca qui).