In questo articolo vorrei condividere qualche consiglio a chi necessita di ottenere l’abilitazione al VFR notturno, permettendo di ridurre i tempi di attesa e la spesa per l’addestramento.

Proseguendo l’addestramento, per ottenere la licenza di pilota commerciale, è necessario ottenere l’abilitazione  al  VFR Notturno (NVFR).

La normativa Europea (valida in tutti i paesi membri Easa, tra cui l’Italia) prevede che l’addestramento ricevuto sia conforme alla normativa FCL.810 Easa (pagina 267 e 268) la quale descrive nel dettaglio l’attività addestrativa che lo studente dovrà ricevere dalla scuola (teorica e pratica)

Le lezioni teoriche, in aula, affrontano diverse materie (riscontrabili consultando la normativa FCL.810).

L’attivita minima di volo è di 5 ore  suddivisa in:

– 3 ore con istruttore (Dual) affrontando circuiti, manovre, emergenze.

– 1 ora di navigazione cross country di almeno 50 km.

– Almeno 5 decolli/atterraggi PIC

Il consiglio che vorrei descrivere riguarda la possibilità di risparmiare soldi per ottenere l’abilitazione al VFR notturno (NVFR).

COME ?

Conseguendola (all’estero) in un paese membro Easa, nell’Europa dell’est, solitamente in 3/4 giorni.

Il prezzo si aggira intorno ai 1000 euro, mentre in Italia varia da 1500 euro a 3000 euro circa).

Talvolta la mancanza di aeroporti aperti al traffico VFR notturno, comporta il trasferimento presso un altro aeroporto per poter effettuare l’addestramento, con conseguente aumento del prezzo.

Qualora conseguiste l’abilitazione NVFR in un paese all’estero, potrete tornare in Italia e farvi trascrivere, presso uno degli uffici licenze Enac , l’abilitazione conseguita.

Per ottenere la trascrizione, dovrete presentare i seguenti documenti (in lingua inglese) rilasciati dalla vostra scuola all’estero:

1) Attestazione, rilasciata dall’ATO, concernente l’addestramento ed il completamento del corso conforme alla normativa FCL.810;
2) Copia della licenza e del certificato di visita medica degli Istruttori che hanno condotto l’addestramento in argomento;
3) Copia della Certificazione ATO della scuola;
4) Comunicazione, da parte dell’ATO, inerente all’aeromobile utilzzato durante l’addestramento.
5) Attestazione, rilasciata dall’ATO, concernente lo stralcio e/o elenco dei voli di addestramento svolto (con indicazione della data, orari, aeroporti di partenza e arrivo, voli in DC e PIC, ecc.).
6) Copia della licenza del richiedente.
7) Copie delle pagine del logbook del richiedente attestanti i voli effettuati per il conseguimento dell’abilitazione in argomento.
8) Istanza di trascrizione dell’abilitazione da parte del richiedente.
9) Copia della Ricevuta del pagamento on line pari ad € 32,00 ad opera del richiedente, da effettuarsi tramite il servizio on line disponibile sul sito ENAC, e previsto ai fini della trascrizione dell’abilitazione in argomento.