In questo articolo vorrei introdurre un concetto molto importante in aviazione: lo Sterile Cockpit.

Con questo termine inglese (in Italiano potremmo definirlo come Cabina di pilotaggio incontaminata) definiamo un concetto utilizzato nelle operazioni aeree, specialmente in ambito professionale.

Uno Sterile Cockpit racchiude un insieme di misure atte a migliorare la concentrazione dei piloti durante le fasi più delicate del volo, il decollo e l’atterraggio, al fine di alzare i livelli di sicurezza.

Le regole per un Sterile Cockpit prevedono che, conversazioni non correlate alle operazioni aeree, vengono omesse e bandite durante le fasi critiche di un volo.

La storia e i report degli incidenti aerei, ci dimostrano che l’essere umano è responsabile del 70 % dei problemi insorti durante un volo, i quali sfociano spesso successivamente in un incidente.

Da qui nasce l’importanza vitale di evitare assolutamente distrazioni tra i membri dell’equipaggio: ciò permette di configurare l’aeromobile, eseguire le checklist e comunicare tra Piloti ed ATC in maniera assolutamente concisa, essenziale, professionale e funzionale, tagliando fuori il superfluo (e i rischi annessi).

Le distrazioni in cui un Pilota potrebbe incorrere durante le fasi critiche riguardano non solo conversazioni superflue ma anche attività non previste dalla propria mansione come mangiare/bere, leggere e/o utilizzare uno smartphone a bordo per fare foto o video: è fondamentale attenersi a quanto previsto e rispettare profondamente la propria posizione, mettendo come sempre la Safety al primo posto delle priorità.