In addestramento, l’allievo pilota avrà modo di sperimentare le missioni inerenti agli assetti inusuali.

Questa lezione/i è pianificata principalmente per trasmettere allo studente la giusta confidenza nella macchina che utilizza durante i voli addestrativi.

La prevenzione dalla vite, attraverso l’utilizzo e la dimostrazione pratica tramite aeromobile acrobatico, permette di comprendere fino in fondo l’importanza della sicurezza durante il volo.

Come?

Evitando manovre azzardate che porterebbero l’allievo in situazione pericolosa (termine che differisce da rischioso).

Lo stallo per comandi incrociati è un conseguenza di una manovra denominata scivolata, utilizzata per aumentare la resistenza (esponendo la fusoliera da un lato al flusso d’aria tramite imbardata)  perdendo cosi quota durante un corto finale troppo alto; questo stallo accade anche durante una virata troppo stretta in base “dando troppo o troppo poco pedale il che significa non tenendo al centro la pallina nello sbandometro.

Un’avanzata esposizione della fusoliera tramite imbardata, con conseguente aumento della resistenza, induce lo studente a controbilanciare con l’utilizzo dell’alettone della parte opposta, fino a portare l’aeromobile in una fase  pericolo poiché il flusso aerodinamico che investe le ali crea effetto deportante  che unito al rollio derivante dall’elica spinge inevitabilmente l’aereo in spirale.

Il recupero da tale manovra necessita di una quota di sicurezza, assente chiaramente in circuito  (1000ft QFE), se consideriamo che un giro di vite consiste in 300 ft.di caduta.

La prevenzione e l’addestramento restano le uniche soluzioni per evitare situazioni che porterebbero ad un incidente.